Il Sommo Pontefice ha nominato sette nuovi membri ordinari ai quali si aggiungono altri sei membri ad honorem, scelti dall’Adunanza generale dell’Istituzione stessa. Le nomine contribuiscono a ridefinire il profilo culturale dell’Accademia

 

Dal 21 giugno al 1º settembre il Museo Nazionale Romano – Palazzo Altemps ospita la seconda tappa del progetto di Elisabetta Benassi, EMPIRE, vincitore della terza edizione del bando Italian Council (2018), concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo. Il progetto EMPIRE è promosso dal Museo Nazionale Romano in collaborazione con la Pontificia Accademia dei Virtuosi al Pantheon
Dopo le personali di Carlo Lorenzetti, Bruno Conte e Giulia Napoleone, la Galleria Nazionale celebra Giuseppe Uncini, concludendo il ciclo di mostre Realtà in equilibrio, curato da Giuseppe Appella, accademico dei Virtuosi al Pantheon
La mostra, promossa e organizzata dal CRAC Puglia della Fondazione Rocco Spani onlus, a cura di Massimo Bignardi, si avvale della collaborazione della Cattedra di Storia dell’arte contemporanea del Dipartimento di Scienze storiche e dei Beni culturali dell’Università di Siena e del Museo ARCOS di Benevento, e del patrocinio della Regione Puglia e della Biennale della prossimità
Uno dei più importanti artisti contemporanei incontra uno dei suoi Maestri: è questo il senso de “La regola di Piero” la grande mostra personale che, ad Arezzo dal 15 giugno 2019 al 31 gennaio 2020, presenta l’omaggio di Mimmo Paladino a Piero della Francesca

Incontro con i Virtuosi

Iscrizione alla newsletter

Aggiornamenti sugli eventi, le mostre, gli incontri, workshop e concorsi , promossi o sostenuti dall’Accademia, per ricevere segnalazioni su appuntamenti che ci coinvolgono nel mondo della cultura, architettura e arte contemporanea

Città/Cultura

Nelle città vive ormai la maggior parte della popolazione mondiale; esse sono il più potente accumulatore di cultura e conoscenza che esista. Questa rubrica vuole raccogliere contributi di narrazione sulle città illustrandone processi di maturazione culturale, progetti innovativi, punti di osservazione inediti.
©Cristiano Giglioli

Mantova
è una grande opera

di Lorenza Baroncelli

In evidenza

Roma
fino al 30 giugno 2019
L’Istituto Svizzero dedica la prima mostra personale in Italia all'artista vincitrice nel 2018 del prestigioso premio Meret Oppenheim
Taranto
fino al 21 luglio 2019
La mostra, promossa e organizzata dal CRAC Puglia della Fondazione Rocco Spani onlus, a cura di Massimo Bignardi, si avvale della collaborazione della Cattedra di Storia dell’arte contemporanea del Dipartimento di Scienze storiche e dei Beni culturali dell’Università di Siena e del Museo ARCOS di Benevento, e del patrocinio della Regione Puglia e della Biennale della prossimità
Roma
fino al 26 luglio 2019
Prima personale allo smART di Roma dell’artista Ludovica Carbotta a cura di Ilaria Gianni, in collaborazione con il collettivo di architetti Orizzontale
Roma
fino al 28 luglio 2019
La mostra, a cura di Anna Coliva, è dedicata a due produzioni specifiche dell'artista, quella della ceramica e quel-la dei dipinti, selezionate rispettivamente nel tema delle Crocifissioni e in quello dell’oro
Bergamo
fino al 1º settembre 2019
Il Palazzo della Ragione di Bergamo, nel cuore della Città Alta, torna a essere sede esterna della GAMeC e ospita una serie di lavori di Jenny Holzer appositamente ideati per la prestigiosa Sala delle Capriate
Roma
fino al 20 settembre 2019
Una mostra a cura di Raffaella Frascarelli, parte di Grand Tour Contemporaneo, un’iniziativa creata in occasione della 58° Biennale di Venezia dal Comitato Fondazioni italiane Arte Contemporanea
Roma
fino al 29 settembre 2019
Dopo le personali di Carlo Lorenzetti, Bruno Conte e Giulia Napoleone, la Galleria Nazionale celebra Giuseppe Uncini, concludendo il ciclo di mostre Realtà in equilibrio, curato da Giuseppe Appella, accademico dei Virtuosi al Pantheon
Venezia
fino al 24 novembre 2019
58. Esposizione Internazionale d’Arte
May You Live In Interesting Times
Arezzo
fino al 31 gennaio 2020
Uno dei più importanti artisti contemporanei incontra uno dei suoi Maestri: è questo il senso de “La regola di Piero” la grande mostra personale che, ad Arezzo dal 15 giugno 2019 al 31 gennaio 2020, presenta l’omaggio di Mimmo Paladino a Piero della Francesca

Accademia

La Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi al Pantheon è nata nel XVI secolo con lo scopo “di favorire lo studio, l'esercizio ed il perfezionamento delle Lettere e Belle Arti e di promuovere l'elevazione spirituale degli artisti.” È stata riconosciuta da Papa Paolo III il 15 ottobre 1542. Essa è il più antico sodalizio artistico nazionale esistente.

Gli Accademici erano "virtuosi", ossia artisti (pittori, scultori, architetti). Fra i primi associati vi furono Taddeo Zuccari, Giacomo Barozzi da Vignola, Beccafumi, Antonio da Sangallo il Giovane e in seguito i maggiori artisti e architetti di ogni tempo come Pietro da Cortona, Rainaldi, Algardi, Borromini, Lanfranco, Preti, Velasquez, Juvarra, Vanvitelli, Valadier, Canova e molti altri nomi di grande fama.

Collezione

La collezione racchiude in sé una serie di peculiarità storiche e culturali che la rendono un unicum per formazione e contenuti. Si tratta di un insieme di documenti, piccoli e grandi capolavori della Storia dell’Arte, poco noti al grande pubblico; ma, al contempo, singolari per valore intrinseco e per il supporto che possono fornire alla conoscenza delle vicende storico-artistiche romane e nazionali in un arco di tempo assai esteso.

Alcune opere della Collezione

  • Ignoto, Madonna con Bambino (XVI secolo)
  • Ottavio Leoni, Ritratto di Gregorio XV (1628-1630)
  • Giuseppe De Fabris, Busto di Raffaello (1831)
  • Giovanni Baglione, Natività di Gesù con San Giuseppe (1635-1638 ca.)
  • Pietro Galli, Galatea condotta da Zefiro (1858)
  • Pietro Galli, Galatea condotta da Zefiro (1858)
  • Carlo Muccioli, Battaglia di Dogali (1890)
  • Carlo De Paris, Paesaggio sudamericano con combattimanto di galli (1835)
  • Francesco Terzi (?), Ritratto di Desiderio d’Audiutorio (1591?)
  • Julius Troschel, Busto di Giuseppe De Fabris (1853)
  • Francesco Grandi, Ritratto di Angela De Paulis Galli (1880 ca.)
  • Tommaso Aloysio-Juvara, Autoritratto (1843)
  • Tommaso Aloysio-Juvara, Autoritratto (1843)
  • Domenico Giacinti, Ritratto di Angela Nizzi Galli (1919)
  • Pietro Galli, Leone (1890)

Biblioteca

Situata nella sede dell’Accademia, in via della Conciliazione 5, la sua consistenza è di 4.500 volumi; oltre ai libri antichi, comprende cataloghi di mostre, manuali e monografie di storia e critica dell’arte, archeologia, architettura, saggistica letteraria e poetica ed enciclopedie. Di notevole rilevanza sono la Storia dei Papi dalla fine dell’età medievale (1417) a Pio VI (1799), di Ludwig von Pastor e il Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da San Pietro sino ai nostri giorni, Venezia 1840-1861, di Gaetano Moroni.

Gli utenti interessati alla consultazione della Biblioteca possono accedervi previo appuntamento:

Pubblicazioni

Vitaliano Tiberia,
La collezione della Pontificia Insigne Accademia delle Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon,
Roma 2016,
Scripta Manent
Vitaliano Tiberia,
La Congregazione dei Virtuosi al Pantheon,
Roma 2014,
Scripta Manent
Annali della Pontificia Insigne Accademia delle Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon - XVI/2016,
Roma 2016,
Scripta Manent