Il Sommo Pontefice ha nominato sette nuovi membri ordinari ai quali si aggiungono altri sei membri ad honorem, scelti dall’Adunanza generale dell’Istituzione stessa. Le nomine contribuiscono a ridefinire il profilo culturale dell’Accademia

 

Apprendiamo con grande dispiacere della perdita dello storico dell’arte e membro ad honorem di questa accademia Ferdinando Bologna (L’Aquila, 27 settembre 1925- Ocre, 3 aprile 2019)
Dal 17 al 30 aprile l’Istituto Italiano di Cultura-Londra è lieto di ospitare la prima tappa del progetto di Elisabetta Benassi, EMPIRE, vincitore della terza edizione del bando Italian Council (2018), concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo. Il progetto EMPIRE è promosso dal Museo Nazionale Romano in collaborazione con la Pontificia Accademia dei Virtuosi al Pantheon.

Incontro con i Virtuosi

 

Un progetto per l’Accademia di Belle Arti di Roma a cura di Lýdia Pribišová
Roma, 14-25 marzo 2019 Accademia di Belle Arti

Opening 14 marzo, ore 18
Proiezione di film documentari dell’artista - Aula Magna

Iscrizione alla newsletter

Aggiornamenti sugli eventi, le mostre, gli incontri, workshop e concorsi , promossi o sostenuti dall’Accademia, per ricevere segnalazioni su appuntamenti che ci coinvolgono nel mondo della cultura, architettura e arte contemporanea

Città/Cultura

Nelle città vive ormai la maggior parte della popolazione mondiale; esse sono il più potente accumulatore di cultura e conoscenza che esista. Questa rubrica vuole raccogliere contributi di narrazione sulle città illustrandone processi di maturazione culturale, progetti innovativi, punti di osservazione inediti.
©Cristiano Giglioli

Mantova
è una grande opera

di Lorenza Baroncelli

In evidenza

Milano
fino dal 28 marzo
La Fondazione Carriero presenta Lygia Pape, a cura di Francesco Stocchi, prima mostra personale mai dedicata da un’istituzione italiana a una delle maggiori esponenti del Neoconcretismo in Brasile, organizzata in stretta collaborazione con l’Estate Projeto Lygia
Roma
fino al 26 luglio
Prima personale allo smART di Roma dell’artista Ludovica Carbotta a cura di Ilaria Gianni, in collaborazione con il collettivo di architetti Orizzontale
Bologna
fino al 24 febbraio 2019
L’esposizione, che è tra i main project di ART CITY Bologna 2019, si avvale del sostegno di “Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna”
Castronuobvo Sant’Andrea
dal 10 febbraio 2019
Al MIG di Castronuovo Sant’Andrea la mostra antologica dell’opera grafica di uno dei più grandi artisti del secolo XIX
Milano
fino al 24 febbraio 2019
A cura di Vicente Todolí, in collaborazione con Fondazione Merz

Accademia

La Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi al Pantheon è nata nel XVI secolo con lo scopo “di favorire lo studio, l'esercizio ed il perfezionamento delle Lettere e Belle Arti e di promuovere l'elevazione spirituale degli artisti.” È stata riconosciuta da Papa Paolo III il 15 ottobre 1542. Essa è il più antico sodalizio artistico nazionale esistente.

Gli Accademici erano "virtuosi", ossia artisti (pittori, scultori, architetti). Fra i primi associati vi furono Taddeo Zuccari, Giacomo Barozzi da Vignola, Beccafumi, Antonio da Sangallo il Giovane e in seguito i maggiori artisti e architetti di ogni tempo come Pietro da Cortona, Rainaldi, Algardi, Borromini, Lanfranco, Preti, Velasquez, Juvarra, Vanvitelli, Valadier, Canova e molti altri nomi di grande fama.

Collezione

La collezione racchiude in sé una serie di peculiarità storiche e culturali che la rendono un unicum per formazione e contenuti. Si tratta di un insieme di documenti, piccoli e grandi capolavori della Storia dell’Arte, poco noti al grande pubblico; ma, al contempo, singolari per valore intrinseco e per il supporto che possono fornire alla conoscenza delle vicende storico-artistiche romane e nazionali in un arco di tempo assai esteso.

Alcune opere della Collezione

  • Ignoto, Madonna con Bambino (XVI secolo)
  • Ottavio Leoni, Ritratto di Gregorio XV (1628-1630)
  • Giuseppe De Fabris, Busto di Raffaello (1831)
  • Giovanni Baglione, Natività di Gesù con San Giuseppe (1635-1638 ca.)
  • Pietro Galli, Galatea condotta da Zefiro (1858)
  • Pietro Galli, Galatea condotta da Zefiro (1858)
  • Carlo Muccioli, Battaglia di Dogali (1890)
  • Carlo De Paris, Paesaggio sudamericano con combattimanto di galli (1835)
  • Francesco Terzi (?), Ritratto di Desiderio d’Audiutorio (1591?)
  • Julius Troschel, Busto di Giuseppe De Fabris (1853)
  • Francesco Grandi, Ritratto di Angela De Paulis Galli (1880 ca.)
  • Tommaso Aloysio-Juvara, Autoritratto (1843)
  • Tommaso Aloysio-Juvara, Autoritratto (1843)
  • Domenico Giacinti, Ritratto di Angela Nizzi Galli (1919)
  • Pietro Galli, Leone (1890)

Biblioteca

Situata nella sede dell’Accademia, in via della Conciliazione 5, la sua consistenza è di 4.500 volumi; oltre ai libri antichi, comprende cataloghi di mostre, manuali e monografie di storia e critica dell’arte, archeologia, architettura, saggistica letteraria e poetica ed enciclopedie. Di notevole rilevanza sono la Storia dei Papi dalla fine dell’età medievale (1417) a Pio VI (1799), di Ludwig von Pastor e il Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da San Pietro sino ai nostri giorni, Venezia 1840-1861, di Gaetano Moroni.

Gli utenti interessati alla consultazione della Biblioteca possono accedervi previo appuntamento:

Pubblicazioni

Vitaliano Tiberia,
La collezione della Pontificia Insigne Accademia delle Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon,
Roma 2016,
Scripta Manent
Vitaliano Tiberia,
La Congregazione dei Virtuosi al Pantheon,
Roma 2014,
Scripta Manent
Annali della Pontificia Insigne Accademia delle Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon - XVI/2016,
Roma 2016,
Scripta Manent