Il Sommo Pontefice ha nominato sette nuovi membri ordinari ai quali si aggiungono altri sei membri ad honorem, scelti dall’Adunanza generale dell’Istituzione stessa. Le nomine contribuiscono a ridefinire il profilo culturale dell’Accademia

 

Colloquio fra S.E. Card. Gianfranco Ravasi e l’architetto Mario Botta
sull’architettura religiosa nel mondo contemporaneo
Uno dei più importanti artisti contemporanei incontra uno dei suoi Maestri: è questo il senso de “La regola di Piero” la grande mostra personale che, ad Arezzo dal 15 giugno 2019 al 31 gennaio 2020, presenta l’omaggio di Mimmo Paladino a Piero della Francesca

Incontro con i Virtuosi

Iscrizione alla newsletter

Aggiornamenti sugli eventi, le mostre, gli incontri, workshop e concorsi , promossi o sostenuti dall’Accademia, per ricevere segnalazioni su appuntamenti che ci coinvolgono nel mondo della cultura, architettura e arte contemporanea

Città/Cultura

Nelle città vive ormai la maggior parte della popolazione mondiale; esse sono il più potente accumulatore di cultura e conoscenza che esista. Questa rubrica vuole raccogliere contributi di narrazione sulle città illustrandone processi di maturazione culturale, progetti innovativi, punti di osservazione inediti.
©Cristiano Giglioli

Mantova
è una grande opera

di Lorenza Baroncelli

Accademia

La Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi al Pantheon è nata nel XVI secolo con lo scopo “di favorire lo studio, l'esercizio ed il perfezionamento delle Lettere e Belle Arti e di promuovere l'elevazione spirituale degli artisti.” È stata riconosciuta da Papa Paolo III il 15 ottobre 1542. Essa è il più antico sodalizio artistico nazionale esistente.

Gli Accademici erano "virtuosi", ossia artisti (pittori, scultori, architetti). Fra i primi associati vi furono Taddeo Zuccari, Giacomo Barozzi da Vignola, Beccafumi, Antonio da Sangallo il Giovane e in seguito i maggiori artisti e architetti di ogni tempo come Pietro da Cortona, Rainaldi, Algardi, Borromini, Lanfranco, Preti, Velasquez, Juvarra, Vanvitelli, Valadier, Canova e molti altri nomi di grande fama.

Collezione

La collezione racchiude in sé una serie di peculiarità storiche e culturali che la rendono un unicum per formazione e contenuti. Si tratta di un insieme di documenti, piccoli e grandi capolavori della Storia dell’Arte, poco noti al grande pubblico; ma, al contempo, singolari per valore intrinseco e per il supporto che possono fornire alla conoscenza delle vicende storico-artistiche romane e nazionali in un arco di tempo assai esteso.

Alcune opere della Collezione

  • Ignoto, Madonna con Bambino (XVI secolo)
  • Ottavio Leoni, Ritratto di Gregorio XV (1628-1630)
  • Giuseppe De Fabris, Busto di Raffaello (1831)
  • Giovanni Baglione, Natività di Gesù con San Giuseppe (1635-1638 ca.)
  • Pietro Galli, Galatea condotta da Zefiro (1858)
  • Pietro Galli, Galatea condotta da Zefiro (1858)
  • Carlo Muccioli, Battaglia di Dogali (1890)
  • Carlo De Paris, Paesaggio sudamericano con combattimanto di galli (1835)
  • Francesco Terzi (?), Ritratto di Desiderio d’Audiutorio (1591?)
  • Julius Troschel, Busto di Giuseppe De Fabris (1853)
  • Francesco Grandi, Ritratto di Angela De Paulis Galli (1880 ca.)
  • Tommaso Aloysio-Juvara, Autoritratto (1843)
  • Tommaso Aloysio-Juvara, Autoritratto (1843)
  • Domenico Giacinti, Ritratto di Angela Nizzi Galli (1919)
  • Pietro Galli, Leone (1890)

Biblioteca

Situata nella sede dell’Accademia, in via della Conciliazione 5, la sua consistenza è di 4.500 volumi; oltre ai libri antichi, comprende cataloghi di mostre, manuali e monografie di storia e critica dell’arte, archeologia, architettura, saggistica letteraria e poetica ed enciclopedie. Di notevole rilevanza sono la Storia dei Papi dalla fine dell’età medievale (1417) a Pio VI (1799), di Ludwig von Pastor e il Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da San Pietro sino ai nostri giorni, Venezia 1840-1861, di Gaetano Moroni.

Gli utenti interessati alla consultazione della Biblioteca possono accedervi previo appuntamento:

Pubblicazioni

Vitaliano Tiberia,
La collezione della Pontificia Insigne Accademia delle Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon,
Roma 2016,
Scripta Manent
Vitaliano Tiberia,
La Congregazione dei Virtuosi al Pantheon,
Roma 2014,
Scripta Manent
Annali della Pontificia Insigne Accademia delle Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon - XVI/2016,
Roma 2016,
Scripta Manent